Mattatoioscenico (IT)

VUOTIARENDERE

PERFORMANCE
Durata: 20’
Site specific per Omissis 9 Festival dello spettacolo contemporaneo

Mentre la nostra esistenza si esaurisce giorno dopo giorno in un continuo alternarsi di azioni e riflessioni, si acuisce il lamento di un corpo incapace di comunicare il suo bisogno di condivisione; un corpo prigioniero delle sue paure che trascorre la sua esistenza abbandonandosi alle cicliche incombenze che scandiscono il vivere quotidiano. Rimaniamo a galla rifugiandoci in un isolamento tanto incomprensibile
quanto repentino, oppure sfogandoci in una comunicazione inconsapevolmente vacua e violenta. La distanza tra due persone è sempre una storia di solitudini che di tanto in tanto si assottiglia riempiendosi di parole inutili. Gesti quotidiani scandiscono il peso di un’esistenza gonfia di insoddisfazioni, rinunce, incomprensioni, scelte sbagliate e continuano ad appesantire il nostro corpo. Anche il silenzio ha una voce insopportabile, un suono metallico e angosciante.

Share This

ABOUT

La nuova perfomance di Mattatoioscenico, che si presenta ad Omissis in veste di studio, ha la pretesa di offrire una via di uscita all’incomunicabilità dell’essere umano, sconfitto da relazioni di potere e di interesse, da richieste incomprese o disattese, ma ancor più dal terrore di dover confrontarsi con le proprie paure, quelle che lo portano a consumarsi inesorabilmente in un ciclico accumulo di emozioni e svuotamento di frustrazioni. Così nell’intenzione più ingenua e banale, nel gesto più scontato e umano può sussistere ancora un reale scambio emotivo che porti alla sospensione di questo isolamento sociale e individuale:
La certezza poter di essere per qualche istante l’uno pieno dell’altro.