Francesca Fini (IT)

The Shadow

PERFORMANCE
Durata: 10’
Anteprima regionale

“To be or not to be?” La domanda è fatta remixando le parole di Sir Laurence Olivier, nel suo Amleto, e mescolandole a quelle di una delle tante star di youtube che sfogano le loro ansie al popolo della rete. La domanda è sempre la stessa, eterna, ma qui acquista significati del tutto nuovi. Essere o non essere significa decidere di esistere nel reale o nel virtuale. Nel virtuale si esiste solo “uccidendo” la propria esistenza reale, soffocandola fino a trasformarla in un mero apparato che trasporta i sogni e le fantasie del proprio avatar. Si acquista una strana forma di vita eterna, di potenza sconfinata e minuscola allo stesso tempo. “Se io fossi piccolo come il grande Oceano!”, recita Carmelo Bene. E l’amletico teschio diventa un pacchetto di informazioni digitali.

Share This

ABOUT

Francesca Fini è un’artista digitale di formazione, lavora da sempre come filmmaker per la tv e in produzioni indipendenti e sperimentali. Nel 2000 conosce l’artista americana Kristin Jones e inizia a collaborare al progetto
“Tevereterno”, realizzando installazioni multimediali per la città di Roma. Tra queste “Trilogy”, e “Solstizio d’Estate” che è stata definita una delle opere più originali di arte urbana a Roma. Nel 2008 partecipa, insieme a Kristin Jones, Kiki Smith e altri, al River to River Festival a New York, proiettando la sua animazione “moon loop” sugli alberi
dell’Hudson River. Oggi partecipa come videoartista, live media performer e body artist a numerosissimi
happening in gallerie d’arte, musei e ambiti underground, prendendo anche parte a festival ed eventi internazionali come Videoholica (Bulgaria), Experimental Art Festival Biennale Baltica (Russia), LowLives (NY), Cologne Off & New Media Art Festival, Currents Santa Fe’, Moves - Movement on Screen (Uk), 700is Videoart Festival (Islanda), Genova Film Festival, Tribeca Underground, Arcipelago Film Festival, Portobello Film festival (UK), WRO New Media Art Biennale (Polonia), Directors Lounge (Berlino) e Contravision Film Festival (Berlino).
Nel 2010 è tra i vincitori del Magmart Videoart Festival (Video Under Volcano), con la videoperformance CRY ME, e con ben due opere si aggiudica il voto on-line del Celeste Prize sezione “Live Media & Performance” ed espone alla galleria “Invisible Dog” di Brooklyn. Nello stesso anno viene inoltre selezionata dal Premio Termoli con le sue opere di pittura digitale, dall’Art Shake Festival (esponendo alla Galleria Mondo BIzzarro e Hybrida Contemporanea, Roma, e subito dopo al 91mQ Art Project Space di Berlino). Dirige inoltre il Festival di performance Art “TEN”, una maratona di live art la cui prima edizione si è svolta il 9 ottobre 2010 al Lanificio 159 di Roma.

 

http://www.francescafini.com/