VestAndPage (IT/DE)

TERRA NOVA

PERFORMANCE
Durata: 45’
Prima Mondiale

 

VestAndPage, vincitori della residenza artistica indetta dal Programma Culturale della Direzione Nazionale dell’Antartico dell’Argentina, hanno lavorato nei mesi di gennaio-febbraio 2012 in alcune basi scientifiche dell’Antartide, per realizzare il terzo episodio della loro trilogia filmica sin∞fin, basata sull’arte della Performance.
La nuova performance TERRA NOVA (AmundsenScottOates), presentata a OMISSIS in prima mondiale, è ispirata a quest’esperienza, alla ricerca che gli artisti hanno condotto nel continente bianco, e prende spunto dalle storie degli esploratori antartici d’inizio Novecento.
“I am just going outside and may be some time” (Vado solo fuori e forse ci resto per un po’), si dice a un certo punto.
Nel linguaggio intensamente corporale che contraddistingue l’opera performativa di VestAndPage, non viene mai privilegiato il semplice racconto, se non viaggi esperienziali da vivere visceralmente attraverso passione e disperazione, luce e buio, vita e morte, combattendo ed arrendendosi, riferendosi all’impermanenza, agli spazi liminali e agli stati mutevoli, agitando riflessi mitici sull’essenza e sulle ambizioni umane. La condizione conflittuale dell’uomo moderno qui è contestualizzata in un estremo: il ghiaccio bianco, eterno, e l’isolamento completo. Come si può vivere in un mondo nel quale conta solo il primo e il secondo già niente? Rimane qualcuno da chiamare, quando gli orologi non scandiscono più il tempo e nessuna bussola serve più a guidare il proprio cammino? Che succede quando la civiltà perde i suoi schemi quotidiani e contano solo le regole basiche della sopravvivenza, o quando l’uomo entra in luoghi dove non ha né passato né futuro? Quanto estremo è l’estremo?

Share This

ABOUT

La danzatrice e video artista tedesca Verena Stenke e l’artista, scrittore e attore veneziano Andrea Pagnes, lavorano insieme come VestAndPage dal 2006.
Ideatori e curatori della “Venice International Performance Art Week”, la cui edizione inaugurale si terrà nel Dicembre 2012, sono tra più richiesti artisti di Performance art dell’Italia.
Presenti in festival, teatri, mostre e biennali internazionali come a Buenos Aires, Caracas, Santiago, New York, Pechino, Berlino, Venezia, Helsinki, Praga, Manila, Bangkok, Nuova Delhi, Città del Messico, svolgono anche un’attività pedagogica dell’arte della Performance attraverso stage e conferenze. Le loro ricerche teoriche sono state pubblicate in vari libri e riviste d’arte contemporanea. Tra il 2010-2012 hanno prodotto la trilogia “sin∞fin The Movie”, in Patagonia e Terra del Fuego, India e Cachemire, Antartide.
La poetica di VestAndPage, spesso si basa sulle pratiche del risk-taking personale e sulla perdita di controllo, per aprirsi però a un discorso sulla precarietà e sui conflitti delle responsabilità sociali e personali. Le loro performances sono sempre site-responsive e si sviscerano in virtù del processo dell’azione stessa, creando così una sensazione di vertigine permanente. Il loro approccio all’arte nasce da una lettura nel qui e ora della fragilità dell’individuo, dove i limiti dell’esistenza e della comunicazione intersoggettiva sono posti in continua discussione.

 

www.vest-and-page.de