Devid Strussiat (ITA)

HOM

INSTALLAZIONE SEMI TEMPORANEA DA PIOGGIA
In collaborazione con AESON Arti nella Natura

 

Riparte dall’intreccio e dalla ripetizione del gesto come ricerca estatica attraverso la gestualità. Il moto, ripetitivo degli intrecci ripercorre rituali religiosi riscontrabili in buona parte delle culture sia orali che post-orali (mantra, ora pro nobis, necromanzie varie,…) e che si possono altrettanto ritrovare in buona parte delle gestualità della tradizione
contadina e artigiana, dove il rapporto dell’inidividuo con la forma e i materiali non era risultato di speculazione intelletuale ma precisa coscenza maturata dall’economia del gesto. Consapevolezza data da una profonda conoscenza gestuale – o di suono nel caso dei mantra – con la materia. Dal concetto di ascesa verso il gesto si passa alla
commemorazione alla natura. La liberazione della forma e dell’operato al destino del tempo, alla pioggia che ne scoglie la pelle e ne rivela l’anima, la matrice che si distacca dal creatore rilevandosi attraverso l’elemento esterno che lo modifica e lo immola al mondo. L’opera, realizzata appositamente per Omissis 2009 è composta da oltre 4Km di filo biodegradabile utilizzato per legare i filari delle vigne + fango + acqua.

Share This

ABOUT

DEVID STRUSSIAT (1978)
Laureato in Design al politecnico di Milano, partecipa e sviluppa progetti alla cooperativa sociale Thiel di Fiumicello (Ud). Curatore e direttore artistico di Aeson arti della natura e de Il Fiume e le Stelle presso la Riserva Naturale della Foce dell’Isonzo. Necessita dell’arte come moto di una personale ricerca spirituale e
dei sensi interpretativi della memoria. Le ricerche e i media usati si spostano a seconda delle stagioni tra fotografia, istallazioni ambientali, musica, grafica, multimedialità e antropologia. AESON - arti nella natura, un festival di ricerca e sperimentazione artistica nei territori della Riserva Naturale della Foce dell’Isonzo, un modo per vivere la natura in modo creativo e dinamico, un progetto che promuove la sostenibilità ambientale e lo sviluppo del turismo e dell’economia locale.
L’edizione del 2009 ha visto la creazione 10 installazioni e performance di arte ambientale, oltre 14 artisti coinvolti ed una rete territoriale a sostegno del progetto composta da 28 soggetti tra associazioni culturali, enti pubblici, cooperative sociali ed aziende locali, una mostra di “fotografia di paesaggio” alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, 2 concerti e 2 performances nella suggestiva cornice dell’Isola della Cona, degustazioni creative e momenti d’incontro con gli artisti.

 

www.aeson.it